Lista di utenti taggati

Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: La mia camera oscura e le prime stampe.

  1. #1
    qTpista Maturo L'avatar di Lollipop
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    3,705
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    81
    Grazie
    1,515
    Ringraziato
    1,066 volte in 820 messaggi
    Menzionato
    38 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)

    La mia camera oscura e le prime stampe.

    deShop image
    www.deshop.it
    Diventando un utente attivo questo banner scomparira'
    Finalmente ce l'ho fatta: la camera oscura è allestita e pienamente operativa.
    Le difficoltà non sono state poche, specialmente per oscurare l'ambiente (la luce filtra dappertutto), per quanto alla portata di tutti.
    Come scrissi (forse, non ricordo più) mesi fa ebbi modo di acqustare un ingranditore IFF Duogon-S, praticamente nuovo e dismesso dall'Aeronautica Militare, già corredato di due ottiche Componon-s: il 50/2.8 e il 100/5.6.
    Nel tempo, col poco tempo che ho avuto a disposizione in questi mesi, ho completato il materiale con un timer Paterson, focometro, bacinelle, chimici, ecc ecc.
    Da qualche giorno ho cominciato quindi a prendere pratica con la stampa analogica: tempo di esposizione, filtri di contrasto, l'uso del focometro, lo sviluppo, provini a scalare e, non per ultimo, lavorare con la sola luce rossa. Diciamo che dopo la prima stampa disastrosa, l'ultima che vedere qui sotto, arrivare ad una stampa presentabile non è complicato, arrivare (quasi) alla stampa desiderata richiede più tempo, scoprire tutti i trucchi della stampa richiederà anni. Però c'ho gia dato dentro con mascherature e bruciature e i primi due pacchi da 25 fogli sono già stati sacrificati sull'altare della passione .

    Qui di seguito la mia CO e le prime stampe.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate stampa-3-low.jpg‎   stampa-4-low.jpg‎   stampa-2-low.jpg‎   stampa-1-low.jpg‎   IMG_6587.JPG‎  

    IMG_6586.JPG‎   IMG_6584.JPG‎   IMG_6582.JPG‎  

  2. Questi utenti hanno detto grazie a Lollipop per questo utile messaggio:

    BlackPixel (2nd June 2018)

  3. #2
    qTpista Maturo L'avatar di fotocellula
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    ferrara
    Messaggi
    4,367
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    5
    Grazie
    236
    Ringraziato
    364 volte in 258 messaggi
    Menzionato
    19 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Lollipop Visualizza Messaggio
    Finalmente ce l'ho fatta: la camera oscura è allestita e pienamente operativa.
    Le difficoltà non sono state poche, specialmente per oscurare l'ambiente (la luce filtra dappertutto), per quanto alla portata di tutti.
    Come scrissi (forse, non ricordo più) mesi fa ebbi modo di acqustare un ingranditore IFF Duogon-S, praticamente nuovo e dismesso dall'Aeronautica Militare, già corredato di due ottiche Componon-s: il 50/2.8 e il 100/5.6.
    Nel tempo, col poco tempo che ho avuto a disposizione in questi mesi, ho completato il materiale con un timer Paterson, focometro, bacinelle, chimici, ecc ecc.
    Da qualche giorno ho cominciato quindi a prendere pratica con la stampa analogica: tempo di esposizione, filtri di contrasto, l'uso del focometro, lo sviluppo, provini a scalare e, non per ultimo, lavorare con la sola luce rossa. Diciamo che dopo la prima stampa disastrosa, l'ultima che vedere qui sotto, arrivare ad una stampa presentabile non è complicato, arrivare (quasi) alla stampa desiderata richiede più tempo, scoprire tutti i trucchi della stampa richiederà anni. Però c'ho gia dato dentro con mascherature e bruciature e i primi due pacchi da 25 fogli sono già stati sacrificati sull'altare della passione .

    Qui di seguito la mia CO e le prime stampe.
    Bello! Poi è grandina, un lusso ci puoi anche tenere dei workshop! Se avrei problemi di velatura hai la lampadina troppo vicina alle bacinelle, dai risultati non sembra ma la sensibilità varia da carta a carta. Vai così!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    http://www.flickr.com/photos/fotocelluloide/
    NON RIDETE DI ME , UNA VOLTA ERO COME VOI ! cit. Homer Simpson

  4. #3
    qTpista Maturo L'avatar di Lollipop
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    3,705
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    81
    Grazie
    1,515
    Ringraziato
    1,066 volte in 820 messaggi
    Menzionato
    38 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da fotocellula Visualizza Messaggio
    Bello! Poi è grandina, un lusso ci puoi anche tenere dei workshop! Se avrei problemi di velatura hai la lampadina troppo vicina alle bacinelle, dai risultati non sembra ma la sensibilità varia da carta a carta. Vai così!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    In effetti questo posticino, un po' squalido in verità ma è solo un cantinone di 30 mq, è stata una fortuna: comprato qualche anno fa, nel pieno della crisi, a buon prezzo. A sua scomodità sta nel fatto che è a 10 minuti di macchina da casa mia, con l'unico vantaggio che non subisce il dominio di mia moglie.
    Al momento sto usando le Ilford MGIV, che da letture varie viene definita "gnucca", tanto che i tempi di esposizione sono lunghetti (da minuto a salire, fino anche oltre i due minuti). Al momento non vela .

  5. #4
    Staff L'avatar di Orazio
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    Pescina (AQ)
    Messaggi
    4,324
    Foto in Bacheca
    10
    Immagini
    892
    Grazie
    2,444
    Ringraziato
    1,523 volte in 1,028 messaggi
    Menzionato
    54 Post(s)
    Taggato
    2 Thread(s)
    Complimenti!!!
    Due consigli, dettati dall'esperienza fatta in una vita precedente: usa la lampada giallo verde (si capisce meglio della lampada rossa quando la stampa, nello sviluppo, è arrivata) e ricordati SEMPRE di diaframmare il componon almeno di un paio di stop.
    Le stampe che hai postato mi sembrano debolucce di neri. Opinione personalissima, come sempre!
    La foto più bella è quella che non ho scattato.

  6. #5
    qTpista Maturo L'avatar di fotocellula
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    ferrara
    Messaggi
    4,367
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    5
    Grazie
    236
    Ringraziato
    364 volte in 258 messaggi
    Menzionato
    19 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Un minuto e oltre è un po’ tantino, forse c’è qualcosa che non va, lampada, condensatore, negativi troppo densi (mi fa strano con i tuoi che dovrebbero essere anche leggerini visto che erano calibrati per stand wazosky e compagnia). Controlla.
    Io uso sempre la gialloverde ma occhio che vela la multigrade, andrebbe solo con la carta a gradazione fissa. Io la tengo lontanina e se faccio le cose in velocità non succede niente, ma é un problema quando voglio smanettarci un po’ .


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    http://www.flickr.com/photos/fotocelluloide/
    NON RIDETE DI ME , UNA VOLTA ERO COME VOI ! cit. Homer Simpson

  7. #6
    qTpista Maturo L'avatar di Lollipop
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    3,705
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    81
    Grazie
    1,515
    Ringraziato
    1,066 volte in 820 messaggi
    Menzionato
    38 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Orazio Visualizza Messaggio
    Complimenti!!!
    Due consigli, dettati dall'esperienza fatta in una vita precedente: usa la lampada giallo verde (si capisce meglio della lampada rossa quando la stampa, nello sviluppo, è arrivata) e ricordati SEMPRE di diaframmare il componon almeno di un paio di stop.
    Le stampe che hai postato mi sembrano debolucce di neri. Opinione personalissima, come sempre!
    Citazione Originariamente Scritto da fotocellula Visualizza Messaggio
    Un minuto e oltre è un po’ tantino, forse c’è qualcosa che non va, lampada, condensatore, negativi troppo densi (mi fa strano con i tuoi che dovrebbero essere anche leggerini visto che erano calibrati per stand wazosky e compagnia). Controlla.
    Io uso sempre la gialloverde ma occhio che vela la multigrade, andrebbe solo con la carta a gradazione fissa. Io la tengo lontanina e se faccio le cose in velocità non succede niente, ma é un problema quando voglio smanettarci un po’ .
    Ho messo la luce rossa proprio perché la più sicura con tutte le carte. Poi dopo pochi minuti ci si fa l’abitudine. Per lo sviluppo lo faccio sempre a fondo, anche in virtù della carta usata, usando il metodo fattoriale con un fattore 11 dalla comparsa.
    Circa i tempi, sono giusti per una serie di motivi:
    - la potenza minima della lampada del duogon è di 150 watt e fino a 250 (d’altronde ha il testone grosso perché può stampare fino ai 6x9). Comprata, a carissimo prezzo, una da 250 della Dr. Fisher è durata mezza giornata, in accensione pochi minuti. Cambiata con una a led da 3000k, che non scalda peraltro, ha però una luce equivalente da 140 w.
    - le uniche cose che mancavano dall’ingranditore erano proprio i tre condensatori (x 35mm, 66, 69). Aveva però la testa a luce fredda, senza trasformatore dedicato però. Allora ho preso il diffusore opale della testa a luce fredda, che presenta anche il lato interno a profilo condensante e l’ho inserito nella slitta porta condensatori. Ho così una testa a luce diffusa e funziona bene: ci perdo forse in microcontrasto, ci guadagno in minore criticità vs polvere e pelucchi (sto sempre in una cantina). Comunque ho messo la ricerca automatica su eBay per I condensatori duogon, prima o poi saltano fuori.
    - ho cominciato con la carta Ilford MGIV, a contrasto variabile (anche perché ormai sono le uniche che si trovano), definite da molti e anche dal negozio PFG di Milano, dove mi servo, come poco reattive per il minor contenuto di argento. La caratteristiche che gli viene attribuita è quella di essere brillante e contrastata nelle luci, un po’ moglie nelle ombre. Per le scansioni che ho postato poi, ho ridotto un poco il contrasto, perdendo un pelo di profondità del nero, perché lo scanneraccio della multifunzione si mangia i dettagli nelle ombre. Devo fare pratica anche per l’uso di questo.
    - i miei negativi ante “scelta analogica” sono invece piuttosto densi (tranne quello della breve parentesi dello stand, subito convertito in un semistand “corretto”), proprio per cercare una D più elevata possibile per far usare al sensore più livelli rgb possibili. Solo gli ultimi rulli, che non ho ancora provato a stampare, li ho sviluppati a contrasto più basso per la stampa.
    - non avendo il marginatore (il duogon ha la base con un’anima metallica ed è fornito di due righe magnetiche che uso, ad angolo, per fare la battuta per la carta) i fogli non sono perfettamente piani, pertanto uso diaframmi piuttosto chiusi: f8 per il 50, f13 per il 100.

    Ad ogni modo un tempo di esposizione più lungo mi torna comodo, specie coi provini a scalare, perché riesco a controllare meglio l’operativita ora che sono ancora piuttosto impacciato. D’altronde, mica mi si scuoce la pasta .

    Mike Wazowski si sente trascurato ma gli passerà.

    Grazie dei commenti

  8. Questi utenti hanno detto grazie a Lollipop per questo utile messaggio:

    Orazio (22nd May 2018)

  9. #7
    qTpista Maturo L'avatar di fotocellula
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    ferrara
    Messaggi
    4,367
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    5
    Grazie
    236
    Ringraziato
    364 volte in 258 messaggi
    Menzionato
    19 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    I diaframmi vanno più che bene, vedrai che se trovi i condensatori giusti poi tutto fila più liscio. Penso comunque che ad ogni formato corrisponda una potenza di wattaggio consigliata. Forse in giro trovi qualcosa, per il 35mm credo sia bassa comunque.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    http://www.flickr.com/photos/fotocelluloide/
    NON RIDETE DI ME , UNA VOLTA ERO COME VOI ! cit. Homer Simpson

  10. #8
    qTpista Maturo L'avatar di Lollipop
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    3,705
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    81
    Grazie
    1,515
    Ringraziato
    1,066 volte in 820 messaggi
    Menzionato
    38 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Nei giorni scorsi mi sono divertito, per fare gavetta, a "replicare" una duplicazione da negativo con Wazowshi, poi lavorata in LR e PS, con invece un processo tutto analogico (una prima stampa l'avevo già proposta in alto).
    Il negativo è un disastro: sovraesposto e sovrasviluppato ma era il primo rullo dopo più di vent'anni.

    Questi i dati e i passaggi:
    - Componon-s 50/2.8 @ f4
    - Carta Ilford MGIV lucida
    - Sviluppo D100 diluito 1+4
    - pre-velatura della carta
    - una prima esposizione di 51" con filtro 4 1/2 (quella giusta per la terra dentro il buco grosso e il tubo in primo piano)
    - poi ho mascherato il buco grosso e la porzione del ferro in basso e ho espsoto per 20" sempre col filtro 4 1/2
    - a seguire ho cambiato filtro passando al 4 (che mi dava più "texture" sulle parti in luce dentro il buco), da un foglio di provino ho realizzato una maschera che lasciava libere solo le due mezzelune, eslusa la terra, e ho esposto per 30"
    - infine ho bruciato la parte superiore per altri 30"

    Il risultato è solo un poco più chiaro ma tutto sommato lo preferisco. Per farlo uguale mi basterebbe allugare di poco la fase di mascheratura 1 e 2.

    Mi sto divertendo come un matto.

    A seguire il riferimento digitalizzato, la foto finale e i tre passaggi di mascheratura.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate 37789692736_a990fafcb3_c.jpg‎   Il-buco-nel-buco-low.jpg‎   Il-buco-nel-buco-mask1.jpg‎   Il-buco-nel-buco-mask2.jpg‎   Il-buco-nel-buco-mask3.jpg‎  

    Ultima modifica di Lollipop; 24th May 2018 alle 11:46

  11. #9
    qTpista Maturo L'avatar di fotocellula
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    ferrara
    Messaggi
    4,367
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    5
    Grazie
    236
    Ringraziato
    364 volte in 258 messaggi
    Menzionato
    19 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Sei già alla prevelatura, bravo. Io son robe che non ho mai fatto, troppo tecniche.



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    http://www.flickr.com/photos/fotocelluloide/
    NON RIDETE DI ME , UNA VOLTA ERO COME VOI ! cit. Homer Simpson

  12. #10
    qTpista Maturo L'avatar di Lollipop
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    3,705
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    81
    Grazie
    1,515
    Ringraziato
    1,066 volte in 820 messaggi
    Menzionato
    38 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da fotocellula Visualizza Messaggio
    Sei già alla prevelatura, bravo. Io son robe che non ho mai fatto, troppo tecniche.



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Mi è stata suggerita e in effetti ha aiutato ad abbassare il contrasto delle alte luci senza compromettere la risposta nelle ombre. Per il resto... la velatura sono giusti 2-3 secondi di vita

Discussioni Simili

  1. Pablo Inirio: fare camera chiara in camera oscura
    Di LiGaBuE nel forum La camera oscura digitale
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 30th September 2013, 13:22
  2. Cambio monitor per camera oscura dig. migliore.
    Di lilith nel forum La camera oscura digitale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 15th September 2013, 16:02
  3. camera oscura vs camera chiara
    Di igori nel forum La camera oscura digitale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27th October 2007, 11:53
  4. Camera oscura digitale
    Di bob60 nel forum La camera oscura digitale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 5th July 2007, 15:45

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •