Lista di utenti taggati

Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 53

Discussione: "Il processo di eliminazione della fotografia è in corso"

  1. #41
    Responsabile Aree Immagini L'avatar di stefra
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    10,080
    Foto in Bacheca
    7
    Inserzioni Blog
    4
    Immagini
    186
    Grazie
    2,479
    Ringraziato
    1,420 volte in 1,124 messaggi
    Menzionato
    58 Post(s)
    Taggato
    2 Thread(s)
    deShop image
    www.deshop.it
    Diventando un utente attivo questo banner scomparira'
    Citazione Originariamente Scritto da fotocellula Visualizza Messaggio
    Cit. "...il pittorialismo è inoltre una risposta elitaria alla diffusione della fotografia amatoriale e alla sua democratizzazione. Si pensó così di porre un freno a una sua esagerata diffusione -giudicata non positivamente- attraverso un tipo di fotografia di difficile realizzazione " . Storia della fotografia Angela Madesani.
    Non è sicuro l'unica testimonianza ma mi fa capire che il problema è ricorrente.
    Forse ci sentiamo troppo fenomeni ad aver colto l'attimi, catturato anime, emozioni, schiacciando un pulsantino e naturale che poi, quando son buoni tutti ci arrabbiamo.
    Mi tornano in mente le ultime elucubrazioni di Ando Gilardi che a modo suo cercava di metterci in guardia da questi meccanismi.
    Forse questa democratizzazione può diventare una grande occasione, Mahhh!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Come posso non quotare!!!!
    Prova pigiare quel pulsantino per dodici volte appena...
    Ci sono solo due tipi di persone: quelle che sanno estrapolare da un insieme di dati incompleto
    “Cadi sette volte, rialzati otto” (Nana korobi ya oki, 七転び八起き).

  2. Questi utenti hanno detto grazie a stefra per questo utile messaggio:

    fotocellula (14th November 2017)

  3. #42
    qTpista Navigato
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    1,446
    Foto in Bacheca
    1
    Immagini
    25
    Grazie
    82
    Ringraziato
    162 volte in 135 messaggi
    Menzionato
    4 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Mi sono riletto l'intervista a Salgado...
    e l'impressione (come capita a molti specie quando raggiungono una certa età) è che perdano un po' il contatto con la situazione "attuale" e si rifanno sempre a vecchie dinamiche...
    Da come parla non sembra neppure avere ben chiaro l'uso che viene fatto dei social, a partire da instagram...e fa un ragionamento sui social che è lo stesso che potrebbe fare mia nonna che non ne ha mai visto uno e tutto quello che sa l'ha sentito dal tg sul primo...

    Non capisco in quale modo concluda che è una cosa esterna alla qualità, all'arte e a tutto il resto...il processo creativo che ci sta a monte può essere lo stesso della foto stampata.

    vogliamo poi dire che la fotografia è solo stampata e il resto sono solo immagini? è una considerazione che ci può anche stare, ma non necessariamente la prima ha per forza un "valore superiore" alla seconda, anche come "appagamento" visivo, è poi tanto meglio vedere una foto stampata rispetto che vederla su un monitor 60x35cm con risoluzione comunque di 170dpi? si magari la stampa può arrivare ad avere gamut maggiori (può), come la risoluzione maggiore può fare in certi casi apprezzare alcuni dettagli in più, ma non è scontato e non è sempre così...dunque non se ne può fare certo un discorso assoluto, come non tutte le foto hanno la loro ragione d'essere nella perfezione dei colori o nell'estrema nitidezza, anzi, spesso sono aspetti anche secondari.

    Insomma quelle di Salgado mi sembrano considerazioni che nascono da una base sbagliata...
    con tutto che il pensiero di salgado è condensato in 4 righe, dunque potrebbe aver detto anche tutt'altro o aver fatto un ragionamento ben più complesso.
    Olympus E-M1, EPL5 / Panasonic G3
    Oly: 40-150 MSC, 35mm Macro, 14-54II 50-200ED / Pana: 14-42X, 14mm, leica25mm / samy 7,5
    http://www.enricochiaretto.it/foto
    https://500px.com/enriko11

  4. Questi utenti hanno detto grazie a Enriko!! per questo utile messaggio:

    Lollipop (14th November 2017)

  5. #43
    qTpista Esploratore
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Milano e Val Seriana
    Messaggi
    605
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    58
    Grazie
    209
    Ringraziato
    126 volte in 109 messaggi
    Menzionato
    12 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Ho letto tutto il post. Ho molte considerazioni, ma preferisco prendermi un pò di tempo per riflettere, prima di scrivere.

    Giusto stasera ho però sentito in tv questa frase che mi ha colpito (pronunciata da un magistrato famoso, che presentava un suo libro):
    "siamo sempre più informati, ma meno colti"

    La ricollego a due considerazioni, non strettamente legate alla fotografia, ma che possono essere in tema, mutatis mutandis.

    1) Umberto Eco scrisse che l'esagerazione di "news" cui siamo sottoposti, per forza di cose le svuota di significato. Se ascolti un canale di news 24h/24 tutti i giorni per qualche settimana, mentre tieni sotto controllo il tablet con i vari siti di news che selezioni in base a gusti e preferenze....dopo poco non sei più super informato, ma sei rintronato...

    2) Sartori, in un suo saggio "Home Videns", forse un pò da trombone, ma con un certo acume, se la prendeva molto con il fatto che la gente è sempre più "entertained" ma sempre meno informata, colta. Vuole essere immediatamente appagata senza sforzo, non approfondisce, non studia, scriveva. E così, scriveva lui e credo di condividere in buona parte almeno la conclusione, la democrazia si svuota perchè chi vota fa sempre più fatica a capire il mondo intorno a lui, e dunque a decidere con un minimo di criterio a chi dare il proprio voto, o quali cause abbracciare od osteggiare.

    Probabilmente in fotografia accade qualcosa di simile, specialmente con l'avvento del digitale, ma forse persino qualche anno prima.
    Internet ha poi amplificato, dando a tutti la possibilità (ed a costo zero, si badi bene) di postare qualsiasi cosa in quantità industriali (mi ci metto pure io eh)

    Quanto al parlar con il fotografo per capire se è davvero bravo o meno...devo provarci qualche volta se mi capita, ma a Milano non è impresa semplicissima.
    Ultima modifica di Andy77MI; 15th November 2017 alle 02:33
    *Le mie macchine digitali : Olympus OMD EM1 mkII - Sony A7rII - Leica M-P typ240
    *Le mie macchine a pellicola : Nikon FM3a - Nikon F100
    *Lente preferita: Nikkor 50mm f/1.2 AI-s
    **La più usata: il 24-70 o equivalente sui vari formati...son pigro...
    ***Generi preferiti : architettura e paesaggio, ma amo anche la macro e il ritratto.

  6. The Following 2 Users Say Thank You to Andy77MI For This Useful Post:

    Orazio (15th November 2017),yohnny (15th November 2017)

  7. #44
    qTpista Maturo L'avatar di yohnny
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Vigo di Fassa - Vich (TN)
    Messaggi
    4,393
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    50
    Grazie
    218
    Ringraziato
    323 volte in 219 messaggi
    Menzionato
    8 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Lollipop Visualizza Messaggio
    [Di conseguenza, ma che voi?
    Io, proprio niente
    Personalmente, non sono iscritto a facebook e non seguo nessun social semplicemente perché non li trovo interessanti; e per "selezionare" un po' quello che vedo mi limito (a differenza di chi ha strumenti e pazienza maggiori dei miei) a frequentare quasi solo qTp che ha una dinamica che mi è più congeniale.

    Stiamo ragionando sull'esistenza o meno di un processo di "morte della fotografia" per mano del digitale secondo la "profezia" di Salgado. Che potrebbe anche essere una boutade, ma non significa che non possa essere ugualmente un buono spunto per riflettere. E io semplicemente sto sostenendo:
    1) non è la fotografia che sta morendo, semplicemente la sempre crescente produzione e circolazione di immagini porta quella che Salgado intenderebbe per "fotografia vera" ad annacquarsi in mezzo a molto altro e quindi a faticare ad emergere;
    2) in ogni caso il "colpevole" non è di per sé il digitale o i moderni mezzi di condivisione, ma piuttosto una dinamica culturale in cui la popolarizzazione si riflette anche in una certa perdita di capacità critica sia nel produttore che del fruitore di immagini (come mi pare dica anche Andi77MI), e che le due cose sono legate in una sorta di circolo.

    Degli effetti collaterali della democrazia e del suffragio universale si discute da almeno 2500 anni e penso si possa farlo anche senza essere tacciati di autoritarismo: rimane la migliore fra le forme di governo, ma ciò non vuol dire che sia perfetta e che non si possano discuterne i difetti, magari tentando di porvi rimedio.
    Mutatis mutandis, non intendo affatto demonizzare il processo di popolarizzazione della fotografia (o di qualsiasi altra branca culturale) di cui tra l'altro io stesso sicuramente beneficio ampiamente; ma mi pare innegabile che ci siano anche degli effetti collaterali.
    OMD: Olympus e-m1 - battery grip HLD-7
    micro: M.Zuiko 12-40 f2,8 - Samyang 7,5 fisheye - Panasonic 7-14 f4,0
    FourThirds: ZD 50 macro - ZD 50-200 SWD - Sigma 105 macro
    flash: Olympus FL-50 R - anulare Metz 15 MS-1 digital

  8. The Following 2 Users Say Thank You to yohnny For This Useful Post:

    Andy77MI (15th November 2017),Orazio (15th November 2017)

  9. #45
    Amministratore & Fondatore L'avatar di BlackPixel
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    19,604
    Foto in Bacheca
    1
    Immagini
    97
    Grazie
    553
    Ringraziato
    1,599 volte in 862 messaggi
    Menzionato
    98 Post(s)
    Taggato
    1 Thread(s)
    Credo che piu' o meno siamo tutti d'accordo che l'amico Salgado abbia torto o comunque non abbia centrato bene il problema.

    Proprio per questo nel post di apertura avevo dato una mia interpretazione. Interpretazione che in teoria doveva essere il soggetto dell'intera discussione. Non e' stato cosi' ma comunque e' servito a fare luce su altri aspetti.

    In poche parole, ha senso confrontarsi con l'autore di un'ipotetica bella foto per poter esprimersi sulle sue capacita' e naturalmente dare il vero valore a quella foto?

    Gia' perche' l'inevitabile iperproduzione data dalle nuove tecnologie ci porra' davanti a migliaia di foto buone ma molte saranno solo casi fortunati.

    Giancarlo Farina (aka BlackPixel)


    ...tutto il tempo da borghesi
    perso a coltivar ninfee,
    senza mai capire gli uomini e le idee...
    (R. Vecchioni)

  10. #46
    Responsabile area tecnica L'avatar di domy
    Data Registrazione
    May 2009
    Località
    Busto Arsizio
    Messaggi
    4,779
    Foto in Bacheca
    10
    Immagini
    336
    Grazie
    1,178
    Ringraziato
    1,210 volte in 907 messaggi
    Menzionato
    61 Post(s)
    Taggato
    3 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da BlackPixel Visualizza Messaggio
    Credo che piu' o meno siamo tutti d'accordo che l'amico Salgado abbia torto o comunque non abbia centrato bene il problema.

    Proprio per questo nel post di apertura avevo dato una mia interpretazione. Interpretazione che in teoria doveva essere il soggetto dell'intera discussione. Non e' stato cosi' ma comunque e' servito a fare luce su altri aspetti.

    In poche parole, ha senso confrontarsi con l'autore di un'ipotetica bella foto per poter esprimersi sulle sue capacita' e naturalmente dare il vero valore a quella foto?

    Gia' perche' l'inevitabile iperproduzione data dalle nuove tecnologie ci porra' davanti a migliaia di foto buone ma molte saranno solo casi fortunati.

    Avrebbe ovviamente senso, perché permetterebbe di aggiungere a quelle trasmesse dall'immagine stessa (in molti casi queste sono anche funzione della sensibilità dell'osservatore e della sua esperienza visiva) anche altre informazioni (senzienti o meno) da parte dell'autore.
    Purtroppo questo approccio è possibile solo in pochi casi; anche ad una mostra, con la presenza dell'autore, spesso la spontaneità delle risposte (se è possibile interloquire) è falsata dalla situazione ambientale.
    Ognuno di noi filtra il reale trasformandolo in qualcosa che gli appartiene; quando proponiamo nostre immagini, viene quindi svelata più o meno volontariamente la nostra personale lettura del visto.

    Domenico Cichetti Fotografo - Books - Flickr

  11. Questi utenti hanno detto grazie a domy per questo utile messaggio:

    Andy77MI (15th November 2017)

  12. #47
    qTpista Esploratore
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Milano e Val Seriana
    Messaggi
    605
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    58
    Grazie
    209
    Ringraziato
    126 volte in 109 messaggi
    Menzionato
    12 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Eh sì, quoto Domenico, non soltanto potrebbe non essere possibile far due chiacchiere con l'autore, ma se pure accadesse sicuramente la situazione falserebbe un pò la discussione.
    Poi mettiamoci che sono lungi dall'esser parente di Sherlock Holmes...le deduzioni potrebbero risultare assai falsate.

    Detto ciò è vero che parlare con l'autore senza dubbio aiuta a comprendere di più.

    Vorrei una volta tentare un esperimento (vi dico sin da subito , quasi impossibile!) :

    - creare una bella mostra, con la sua bella pubblicità online, in città, una bella location, ricco buffet al vernissage ecc. di belle foto di un autore famosissimo (metti un Salgado, ma anche meno "famoso"...Koudelka, Weegee ecc.)

    MA

    senza da nessunissima parte indicare il nome dell'autore, o indicando un nome fittizio con sole iniziali ovviamente non vere.

    Per complicare l'esperimento non esporrei magari quelle due o tre foto super famose / emblematiche, riprodotte ovunque pure sulle tazze da thè....


    E poi vorrei sentire i commenti del pubblico...
    *Le mie macchine digitali : Olympus OMD EM1 mkII - Sony A7rII - Leica M-P typ240
    *Le mie macchine a pellicola : Nikon FM3a - Nikon F100
    *Lente preferita: Nikkor 50mm f/1.2 AI-s
    **La più usata: il 24-70 o equivalente sui vari formati...son pigro...
    ***Generi preferiti : architettura e paesaggio, ma amo anche la macro e il ritratto.

  13. #48
    qTpista Esploratore
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Milano e Val Seriana
    Messaggi
    605
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    58
    Grazie
    209
    Ringraziato
    126 volte in 109 messaggi
    Menzionato
    12 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da yohnny Visualizza Messaggio

    OMISSIS

    1) non è la fotografia che sta morendo, semplicemente la sempre crescente produzione e circolazione di immagini porta quella che Salgado intenderebbe per "fotografia vera" ad annacquarsi in mezzo a molto altro e quindi a faticare ad emergere;
    2) in ogni caso il "colpevole" non è di per sé il digitale o i moderni mezzi di condivisione, ma piuttosto una dinamica culturale in cui la popolarizzazione si riflette anche in una certa perdita di capacità critica sia nel produttore che del fruitore di immagini (come mi pare dica anche Andi77MI), e che le due cose sono legate in una sorta di circolo.

    Degli effetti collaterali della democrazia e del suffragio universale si discute da almeno 2500 anni e penso si possa farlo anche senza essere tacciati di autoritarismo: rimane la migliore fra le forme di governo, ma ciò non vuol dire che sia perfetta e che non si possano discuterne i difetti, magari tentando di porvi rimedio.
    Mutatis mutandis, non intendo affatto demonizzare il processo di popolarizzazione della fotografia (o di qualsiasi altra branca culturale) di cui tra l'altro io stesso sicuramente beneficio ampiamente; ma mi pare innegabile che ci siano anche degli effetti collaterali.
    E' vero. E , sul punto (2), aggiungo che per forza è un circolo : se mi nutro di fotografie "a caso" su Instagram o simili, non potrò mai avere un metro di paragone "sano e robusto" con cui indirizzare il mio senso critico.
    Come mai già nel XV secolo (e pure prima) pittori e scultori (magari poi a loro volta diventati celebri) giravano per vedere le opere dei loro contemporanei o di artisti del passato ? Con tutto quel che significava viaggiare qualche secolo fa.

    Come mai in tantissimi mi hanno detto: guarda tante e tante foto di grandi maestri sino a fartele uscire dagli occhi, è forse più utile di certi libri sulla composizione ecc.

    Dunque se partiamo da un'assenza di cultura anche minima in ambito fotografico, poi con una fotocamera fra le mani, salvo rari talenti naturali, i risultati non potranno essere granchè. Ma a noi piaceranno, li posteremo, a moltissimi (pari a noi) farà piacere cliccare su Like e via così in un circolo.

    Anzi...mi vien quasi da pensare che probabilmente oggi, se vuoi aver successo in fotografia, una via probabile è aver successo (e parlo di migliaia di followers ecc.) su un social. Che poi magari lo stile sia un filtro già pronto di Instagram....pazienza. Se un editore fiuta che le tue foto attirano attenzione....belle o brutte sei a cavallo secondo me!
    *Le mie macchine digitali : Olympus OMD EM1 mkII - Sony A7rII - Leica M-P typ240
    *Le mie macchine a pellicola : Nikon FM3a - Nikon F100
    *Lente preferita: Nikkor 50mm f/1.2 AI-s
    **La più usata: il 24-70 o equivalente sui vari formati...son pigro...
    ***Generi preferiti : architettura e paesaggio, ma amo anche la macro e il ritratto.

  14. #49
    qTpista Maturo L'avatar di Lollipop
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    3,384
    Foto in Bacheca
    0
    Immagini
    76
    Grazie
    1,346
    Ringraziato
    934 volte in 716 messaggi
    Menzionato
    33 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Andy77MI Visualizza Messaggio
    Eh sì, quoto Domenico, non soltanto potrebbe non essere possibile far due chiacchiere con l'autore, ma se pure accadesse sicuramente la situazione falserebbe un pò la discussione.
    Poi mettiamoci che sono lungi dall'esser parente di Sherlock Holmes...le deduzioni potrebbero risultare assai falsate.

    Detto ciò è vero che parlare con l'autore senza dubbio aiuta a comprendere di più.

    Vorrei una volta tentare un esperimento (vi dico sin da subito , quasi impossibile!) :

    - creare una bella mostra, con la sua bella pubblicità online, in città, una bella location, ricco buffet al vernissage ecc. di belle foto di un autore famosissimo (metti un Salgado, ma anche meno "famoso"...Koudelka, Weegee ecc.)

    MA

    senza da nessunissima parte indicare il nome dell'autore, o indicando un nome fittizio con sole iniziali ovviamente non vere.

    Per complicare l'esperimento non esporrei magari quelle due o tre foto super famose / emblematiche, riprodotte ovunque pure sulle tazze da thè....


    E poi vorrei sentire i commenti del pubblico...
    Riceverebbero una valanga di critiche ma, contrariamente a quanto si possa pensare, non dai fotografi da Instagram bensì dai fotoamatori (col sogno proibito di celebrità) superanalisti che le accuserebbero dei peggiori difetti secondo i dogmi correnti: la regola dei terzi, la caviglia o il braccio mozzato, il punto di bianco o di nero, la composizione, la nitidezza, ecc ecc.
    Un test di Ghelarducci, Luridiana e Ferrucci al contrario.

  15. The Following 2 Users Say Thank You to Lollipop For This Useful Post:

    Andy77MI (15th November 2017),Enriko!! (15th November 2017)

  16. #50
    qTpista Navigato
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    1,446
    Foto in Bacheca
    1
    Immagini
    25
    Grazie
    82
    Ringraziato
    162 volte in 135 messaggi
    Menzionato
    4 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Io diffido sempre dalle analisi che dicono "eh una volta si era più intelligente/si stava meglio/acculturati ecc...perchè poi nel 90% dei casi quando si va a vedere nel dettaglio si scopre che non è vero...

    La mia idea è più o meno sempre quella, una volta sicuramene la fotografia era frequentata (per le difficoltà e i costi) da molte meno persone e queste probabilmente si mediamente più preparate, perchè tutti o gran parte appassionati veri.
    Oggi la riduzione dei costi e il fatto che basta uno smartphone e poco altro per sentirsi "fotografo" c'è molte più persone che si cimentano su questo, molti anche con passioni passeggere...superficiali ecc, ma non credo proprio che siano scomparsi quelli con una cultura sull'argomento "vera" e sentita...certo gira anche molta più gente meno preparata.
    ma è proprio solo un male?

    Io ho molti conoscenti e amici che hanno in questi anni attraversato la fase "passione fotografia", magari anche speso qualche soldo per comprarsi la reflex qualcuno fare un corso ecc...
    Presi dalla "passione" hanno invaso fb social e quant'altro delle loro foto, ma per il fastidio che danno poco male.

    Inutile dire che un buon 90% la fotocamera è finita a prendere polvere dopo neppure troppo tempo e i più oggi scattano ormai solo con il cell la foto ricordo da condividere su FB o delle vacanze.

    Però intanto hanno fatto un esperienza, si sono divertiti, qualcuno ha acquisito un minimo di nozioni sulla composizione e ha una vaga idea di come funziona una fotocamera ecc...qualcuno è andato anche a qualche mostra.

    Prima del digitale non so quanti si sarebbero avvicinati anche solo minimamente alla cosa...
    Insomma in gran parte mi sembrano discorsi di chi vede il proprio "giocattolo esclusivo" ora nelle mani di molti e si sente sminuito perchè "gli altri" non sono veri appassionati/intenditori ecc..in parte è sicuramente vero, ma da qui a profetizzare la fine della cultura fotgrafica, un società che vive di brutte immagini senza arte ecc (come se fosse tanto diverso da una volta)...

    Va poi considerato che il linguaggio delle immagini (come quello del cinema ecc) si sviluppa su larga parte su processi mentali "innati nell'uomo", le regole sulla composizione, colore, linee ecc nascono dalla base di come funziona la nostra mente e sono cose innate a tutti.
    Tutti potenzialmente possono apprezzare e capire una foto ben fatta (seppur non tutti in modo "consapevole")...ovviamente chi ne ha una maggiore cultura sarà in grado di dire "perchè piace", stabilire l'eventuale originalità, farne un analisi più approfondita e quant'altro, ma il bello della fotografia come la maggior parte delle forme di comunicazione visive è che sono praticamente "universali".
    Non a caso pittura prima, illustrazione e fotografia poi sono state da sempre scelte come forma di comunicazione su larga scala per gli scopi più disparati e hanno permesso di fondere esigenze "commerciali" o più o meno "nobili" con espressioni artistiche...
    Dire oggi "la gente non capisce la fotografia" vuol dire solo che chi lo dice non è più in grado di comunicare/capire la società e non il contrario.

    Citazione Originariamente Scritto da Lollipop Visualizza Messaggio
    Riceverebbero una valanga di critiche ma, contrariamente a quanto si possa pensare, non dai fotografi da Instagram bensì dai fotoamatori (col sogno proibito di celebrità) superanalisti che le accuserebbero dei peggiori difetti secondo i dogmi correnti: la regola dei terzi, la caviglia o il braccio mozzato, il punto di bianco o di nero, la composizione, la nitidezza, ecc ecc.
    Un test di Ghelarducci, Luridiana e Ferrucci al contrario.
    credo anche io, mi sembra che spesso fra i presunti "fotografi" che ne sanno ci sia un eccesso di analisi puramente tecnica o legata alle varie teorie di composizione ecc...che se esistono hanno ben ragione di esistere ma non vuol dire che se una foto non aderisce perfettamente a tutte le regole o requisiti tecnici allora sia da scartare...
    Ultima modifica di Enriko!!; 15th November 2017 alle 17:49
    Olympus E-M1, EPL5 / Panasonic G3
    Oly: 40-150 MSC, 35mm Macro, 14-54II 50-200ED / Pana: 14-42X, 14mm, leica25mm / samy 7,5
    http://www.enricochiaretto.it/foto
    https://500px.com/enriko11

Discussioni Simili

  1. CHE COSA RENDE "BUONA" UNA FOTOGRAFIA?
    Di francosilvestri nel forum Primi passi
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 8th February 2015, 14:27
  2. [Digitale] Visita alla mostra "Insetti" in corso a Roma
    Di ziofoffo nel forum [REPORTAGE] Still life e Close Up
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 2nd April 2009, 20:50
  3. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 19th June 2008, 17:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •